Menu

Piemonte Share Festival annuncia la IX° edizione di Share Prize, concorso internazionale che promuove e sostiene l’arte contemporanea in epoca digitale, che sarà ospitato a “Casa Jasmina”, e Fab Lab Torino in collaborazione con Officine Arduino e Toolbox Coworking.

Questa nuova edizione di Share Festival sarà guidata dalla direzione artistica di Bruce Sterling, scrittore, giornalista, blogger e critico di nuovi media. “Casa Jasmina” è un progetto di rete elettronica domestica “the internet of things in the Home”, una nuova forma di abitare legata all’open source. Il premio verte sul tema della fruizione dell’arte elettronica all’interno degli spazi domestici privati: “House Guests”.

Cosa succede quando la net.art abbandona gli schermi dei nostri computer, dei chioschi, delle gallerie e diventa arte domestica? Come può questo provocatorio ospite sfuggire al cyberspazio ed entrare a far parte della famiglia? Quando la net art diventa “Arte dell’internet-delle-cose”, come può sbocciare nella cucina, nella camera da letto, nel terrazzo? Come cambia la struttura economica artistica quando le case diventano permeate da internet e dai social media? Questo “house guest” e’ un amico, un affittuario, uno squatter, un amante illecito che entra dalla porta di servizio mentre le telecamere di sorveglianza sono distratte? Quando l’arte digitale entra nella proprietà privata – qualcosa simile al ritratto di famiglia tanto amato appeso al muro – chi è il proprietario di quest’arte, chi la raccoglie, chi la mantiene? Come possono i bambini ereditare quest’arte? Quali nuovi ruoli possono essere giocati dall’artista, dal gallerista, dal curatore e dalla madrina? La migliore arte per la casa è prodotta nella casa stessa?

La giuria composta da Paola Antonelli, il Capitano Samantha Cristoforetti, Chiara Garibaldi, Jasmina Tesanovic e Bruce Sterling ha selezionato sei opere da esporre per la consueta mostra Share Prize 2015 in occasione dell’XI° edizione di Share Festival.

Il tema del festival di quest’anno è incentrato sulla tecnologia e sull’arte dei nuovi media adatti agli spazi domestici privati. La sede del festival sarà CasaJasmina, la casa del futuro nel FabLab di Torino. La giuria di Share Prize, composta da un’astronauta, una curatrice museale, una direttrice del festival, un’attivista di internet e da uno scrittore di fantascienza si è riunita in Casa Jasmina e ha accuratamente selezionato sei opere d’arte per evidenziare questo spazio unico ed innovativo.

Share Festival Edizione XI

19-28 Maggio 2016 | Torino

CasaJasmina – Via Egeo 16 – Torino

Fablab Torino – Via Egeo 16 – Torino

Toolbox Coworking – Via Montefeltro 2 – Torino

The selected Entries are

TOSHARE 2015 – Winner

3DPrinted Tourbillon Watch

Christoph Laimer (CH)

Questo imponente e bell’orologio domestico arricchisce il soggiorno, è un orologio svizzero effettivamente in funzione ma è completamente stampato in plastica. L’orologio è un hardware open source, così ogni pezzo che lo compone è a vista per essere analizzato sia sul web sia nella casa.

Read More

TOSHARE 2015 – Honorary Mention Winner

Follower

Lauren McCarthy (USA)

Il grande schermo della stanza principale di Casa Jasmina sarà il quartier generale di questa installazione satirica nella quale i volontari saranno fisicamente seguiti in tutta la città di Torino da questi social media stalkers che non li incontrano mai.

Read More

TOSHARE 2015 Entry Selected #3

SafeCoffee

Carlo Galli (IT)

Il Caffè italiano migliore sarà servito durante Share Festival da un aggeggio incombente e molto intelligente che combina un termos di caffè automatico con una telecamera di sorveglianza urbana.

Read More

TOSHARE 2015 Entry Selected #4

Food-Data

Tobias Zimmer (DE)

Share Festival offrirà spuntini italiani su questi piatti unici i cui disegni decorativi sono praticamente generati dalle briciole che sono rimaste durante il pranzo precedente. Il festival creerà degli “Zimmer piatti”completamente nuovi e generati dai resti di cibo degli ospiti del festival.

Read More

TOSHARE 2015 Entry Selected #5

Politics of Power

Automato (PRC)

Questa nuova installazione hardware del collettivo Automato, composto da Simone Rebaudengo (IT) Matthieu Cherubini (CH) Saurabh Datta (IND), permette agli ospiti di riflettere sulle implicazioni politiche della rete all’interno di una rete elettrica domestica. Quale delle 18 lampadine ha preso prima il potere elettrico e a quali è stata politicamente negata la possibilità di splendere?

Read More

TOSHARE 2015 Entry Selected #6

Body Instrument II

Jean-Michel Roland (FR)

L’installazione musicale controllata da un Kinect è situata in un angolo della camera da letto e offre musica rilassante prima di assopirsi e funge da esercizio salutare.

Read More