Menu

Allo Share Festival, siamo soliti anticipare future tendenze. Il tema dell’edizione 2016 dello Share è “House Guests”.

Siamo convinti che le forme d’arte da noi preferite allo Share Festival: arti elettroniche, new media, device e digitali – saranno tutte un giorno ospiti nelle nostre case.

In un domani, queste forme d’arte entreranno a far parte della vita quotidiana. Saranno domestiche. Diventeranno private e personali, intime quanto uno spazzolino da denti. Come “House Guests”, i futuri interventi artistici ricopriranno nuovi ruoli e funzioni nell’ambito della casa: sugli schermi del salotto (perché tradizionalmente quello è il centro multimediale di famiglia), ma anche in cucina, nella stanza da letto, sul terrazzo, nella cameretta dei bambini e persino in bagno.

Dal momento in cui la casa del futuro è pervasa dalla rete, lo sarà anche dalle sue arti. Mentre il passato ha proposto l’Internet net.art (e noi lo sappiamo bene, perché c’eravamo), il futuro propone l’arte dell’Internet-of-Things, e noi ci saremo di nuovo. Come sempre, alcuni elementi saranno decorativi, mentre altri saranno più funzionali. Alcune opere ospitate in casa saranno imponenti e drammatiche. Altre saranno discrete, poetiche, seminascoste e furtive.

Il nostro intento nel 2016 è offrirvi un assaggio di come ciò avverrà. Lo stesso Share Festival è una House Guest per il 2016, perché la nostra ospite, la nuova sede del nostro festival d’arte, è “Casa Jasmina”. Casa Jasmina è “La casa del Futuro” di Arduino, dove creativi dal mondo dell’elettronica open source e il Maker Movement sono al lavoro per re-inventare la vita di tutti i giorni. In onore dell’evento culturale di Share, Casa Jasmina, per dieci giorni a maggio del 2016, si trasforma in “Museo Jasmina”. Lo Share Festival ha re-immaginato “la casa del futuro” di Arduino come la casa di un futuro collezionista di arte tecnologica. E per farlo abbiamo potuto contare su una collaborazione d’eccezione. Fanno parte della nostra giuria d’esperti per il 2016 Paola Antonelli, curatrice di design del Museum of Modern Art di New York, e il Capitano Samantha Cristoforetti, astronauta italiana che ha vissuto nello spazio più a lungo di qualsiasi altra donna.

La giuria dello Share si è incontrata all’interno di Casa Jasmina, dove abbiamo scelto le opere che vedrete quest’anno. Per noi era di estrema importanza che – benché noi siamo senza dubbio un festival torinese e piemontese – il nostro festival d’arte riguardasse la vita all’interno di una casa in questa città e in questa regione. Abbiamo immaginato “Museo Jasmina” come la casa di una donna torinese dai gusti raffinati. Questa signora piemontese ama decorare la sua casa e rendere felice la sua famiglia con opere d’arte in stampa 3D, eccentrici servizi da tavola, strumenti musicali interattivi, lampade originali e alcuni media estremamente peculiari.

La nostra ospite al Museo Jasmina colleziona ed espone anche opere da “Sedition Art”, un sito internet che è al contempo una galleria commerciale d’arte digitale. In passato, era difficile per appassionati e collezionisti privati possedere, collezionare ed esporre opere di artisti che avevano partecipato allo Share Festival. I nostri amici di SeditionArt hanno dato una svolta a questa situazione. Non occorre più attendere il domani. Se vuoi diventare il mecenate o la mecenate di artisti digitali entusiasmanti e creativi, puoi farlo oggi.

Una casa quando si apre agli amici non può che risvegliarsi e aprirsi alla vita. Lo Share Festival ha stretto delle nuove amicizie quest’anno: i nostri alleati sono lo spazio di design Toolbox Coworking, l’Arduino Office, il Torino Fab Lab e Casa Jasmina.

Nel 2016, lo Share Festival è più vicino ai mezzi di produzione, di manifattura e di distribuzione di quanto non lo sia mai stato prima. Siamo un festival d’arte di Torino, una città d’arte, ma sentiamo anche il rumore delle lame della sega e l’odore della fresa laser di una città di produzione. Torino era, e lo è tuttora, un laboratorio per la vita quotidiana del domani. È nostro principio allo Share Festival affermare che Torino scrive il futuro, lo costruisce e ci vive. Impariamo da queste nuove modalità che viviamo e condividiamo le nostre conoscenze.

Chiunque, nel 2016, partecipi allo Share Festival è uno dei nostri “house guests” d’onore. Permettete dunque che vi invitiamo a venire con la famiglia, con i nonni e i bambini a sedervi su uno dei nostri mobili open-source, a rilassarvi e persino a mangiare qualcosa. Versatevi un calice di vino con il futuro.

La nostra casa è la vostra casa.

Bruce Sterling, Direttore Artistico Share Festival XI Edizione

CATALOGO

CARTELLA STAMPA

Programma

EXHIBITION

Share Prize

19-28 Maggio 2016

Casa Jasmina

Cosa succede quando la net.art abbandona gli schermi dei nostri computer, dei chioschi, delle gallerie e diventa arte domestica? Come può questo provocatorio ospite sfuggire al cyberspazio ed entrare a far parte della famiglia?

Read More

EXHIBITION

Sedition Art

19-28 Maggio 2016

Casa Jasmina

Sedition è la principale piattaforma online al mondo con cui gli artisti vendono le loro opere in edizione limitata per dispositivi e schermi connessi. La missione di Sedition è cambiare il mondo dell’arte introducendo un mercato per il collezionismo e il commercio artistico nell’era digitale.

Read More

SPECIAL PROJECTS

Do.IT

19-28 Maggio 2016

Casa Jasmina

Le tematiche partiranno dalle reali e concrete esigenze di Casa Jasmina, progetto pilota di design ed architettura in OPEN SOURCE, ospite dello Share Festival e luogo ispiratore dell’applicazione concreta di questi concetti innovativi. Questi nuovi concetti di open source e cultura del share legati al vivere domestico, creativo e quotidiano saranno ampiamente divulgati ed approfonditi attraverso gli eventi programmati.

Read More

SPECIAL PROJECTS

Algorithmic Domesticties

19-28 Maggio 2016

Casa Jasmina

Algorithmic Domesticties è un set da tavola adattivo che è personalizzabile con diversi modelli algoritmici ispirati dalle forme naturali

Read More

SPECIAL PROJECTS

House Ghost Poem

Fabien Pante

Casa Jasmina

Fui in una finestra una sera in primavera. C’erano tanti occhi, ma era sempre lo stesso che mi trovò lì. Io tenni in una finestra il mio amore oscuro. Mai più lo rividi – Ciò che io sentii in un attimo un attimo dopo sparì.

WORKSHOP

do.IT – IOT INTERNET OF THINGS

20-24 Maggio 2016

Toolbox Coworking Torino

In occasione dell’XI edizione di Share Festival, Fondazione per l’Architettura/Torino e Associazione The Sharing promuovono un seminario volto a divulgare ed esplorare i nuovi concetti di open source e cultura del share legati al vivere domestico, creativo e quotidiano con la presentazione di interessanti ed innovative tematiche legate all’”Internet delle Cose”, internazionalmente definito “IOT – Internet of things”.

Read More

WORKSHOP

Internet of the women things

25 Maggio – 28 Settembre

Casa Jasmina

In occasione dell’XI edizione di Share Festival, Fondazione per l’Architettura/Torino e Associazione The Sharing danno avvio ad un workshop che si sviluppa nell’arco di alcuni mesi, volto ad approfondire i nuovi concetti di open source, cultura del share e ”Internet delle Cose”, internazionalmente definito “IOT – Internet of things” con un particolare focus sugli aspetti legati al vivere domestico, creativo e quotidiano.

Read More

PERFORMANCE

Lunatici House Guest”

21 Maggio 2016, 21:00

Osservatorio Astronomico Luserna S.Giovanni – Torino

Alessandro Sciaraffa invita il Direttore Artistico di Share Bruce Sterling come scrittore di fantascienza e teorico dei nuovi media a scrivere un motto, una piccola storia da potere riflettere sulla Luna tramite gli strumenti che usa Sciaraffa nei suoi lavori a testimoniare un modo alternativo di comunicazione autopoietico. Una trasmissione radio EME (Earth-Moon- Earth) permetterà di riflettere sulla superficie lunare la voce dei presenti ed ascoltarne l’eco.

Read More

Crediti

Share Festival 2016

  • Organizzazione e Produzione: The Sharing
  • Direttore Generale: Chiara Garibaldi
  • Direttore artistico: Bruce Sterling
  • Curatori: Angelo Comino, Jasmina Tesanovic
  • Produzione: Luciana Corbo, Riccardo Dondana
  • Produzione Casa Jasmina: Lorenzo Romagnoli, Alessandro Squatrito
  • Progetto allestimenti: Maria Bruno, Chiara Garibaldi
  • Produzione Allestimenti: Davide Trombetta
  • Progetto grafico: Maria Bruno, Lorenzo Romagnoli, Francesca Ventura
  • Traduzioni: Elena Aime, Antonella Emmi
  • Video: Francesca Ventura
  • Fotografie: Stefano Fiorina
  • Web Design: Andrea Taddei

Giuria Share Prize IX Edizione

  • BRUCE STERLING: scrittore, giornalista, blogger e critico di nuovi media
  • PAOLA ANTONELLI: Curatrice del Dipartimento di Architettura e Design del Moma, Designer e Architetto
  • SAMANTHA CRISTOFORETTI: astronauta ESA e capitano pilota dell’Aeronautica Militare, protagonista di Futura, seconda missione di lunga durata dell’ASI
  • CHIARA GARIBALDI: architetto, designer, fondatrice e direttore generale della piattaforma Piemonte Share
  • JASMINA TEŠANOVIC: femminista, attivista, scrittrice, giornalista, traduttrice e regista

Share Festival si svolge a

  • Casa Jasmina: Via Egeo ,16 Torino
  • Toolbox Coworking: Via A. da Montefeltro, 2 Torino

Sponsors

  • Regione Piemonte
  • Città di Torino
  • Fondazione CRT
  • Camera di Commercio di Torino
  • Goethe Institute