Menu

Open Your City è stato il tema centrale di Share Festival 2012: il titolo contiene le tre parole chiave, semplici e immediate su cui si svilupperà l’intero programma di quest’anno. In particolare queste parole saranno la traccia tematica che guiderà la mostra Share Prize.

Open sta per apertura nel significato di: non finito, sperimentale, collaborativo, senza confini, trasparente. Open è l’idea di partenza: la prospettiva da cui vedere le cose, è prospettiva inclusiva dove il comune denominatore sono il linguaggio digitale e partecipazione attiva dell’uomo. Definisce la qualità di un pensiero, di un sistema, di un insieme e di una struttura. Rinuncia al diritto d’autore per far prevalere la condivisione del sapere aperto: coinvolge l’open source.

Your è il coinvolgimento diretto di un soggetto che possiede, gode e fruisce, occupa e padroneggia qualcosa a cui è associato in modo stretto. Identifica la persona che è protagonista nel processo di trasformazione in atto: agisce, interviene, mette le mani, progetta, collabora, trasforma, aggrega, agisce in modo comunitario. Your è la partecipazione dal basso.

City è il dove, il luogo dell’azione, è il bene comune, è lo scenario del cambiamento in atto. Uno spazio urbano in piena trasformazione sociale e tecnologica, fatta per strada, nelle vie, nelle piazze, nei parchi e nei luoghi della vita di tutti i giorni.
La città è composta di nuovi spazi sociali mediali dove scorrono grandi quantità di flussi di comunicazione: che possono declinarsi in strutture di controllo, come la video sorveglianza o il tracciamento del grafo sociale, o in strutture di partecipazione come la realtà aumentata, le architetture intelligenti e il wearable computing.

Quale è il ruolo dell’arte, in questo momento di transizione sociale verso la città del futuro?
E’ questa la città che vogliamo, immaginiamo, desideriamo?
Quale è la tua città aperta?
Quale è il mondo in cui vogliamo vivere?”

Share Festival si è svolto dal 30 ottobre all’11 novembre 2012 al Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino.
Share Festival si conferma come un evento unico in Italia e continua a espandere il proprio pubblico sempre più attratto dall’arte in epoca digitale. Più di 11.000 persone hanno partecipato agli eventi.
L’8°edizione di Share Festival – OPEN YOUR CITY – ha sorpreso e affascinato il pubblico ospitando 20 artisti, 25 conferenzieri, 2 mostre, 1 progetto speciale, 3 performance, 25 appuntamenti in 12 giorni consecutivi di manifestazione.

Gli artisti con le loro opere hanno raccontato le storie possibili per intraprendere questo percorso. I conferenzieri hanno portato punti di vista da diverse angolazioni che hanno si sono rivolti sulla fondamentale necessità di affidare alla persone e alla cultura un ruolo cardine nella trasformazione innovativa della società, delle comunità, dei territori che abitiamo.

Parole chiave come beni comuni, conoscenza, tactical media, newmedia art, interaction design, mobilità, connettività, green economy, sensibilità, interfacce, responsabilità, open city, ubiquità, comunità, data flow, cittadinanza, sostenibilità, urban screen, sono stati gli argomenti emersi e dibattuti nelle conferenze da ospiti internazionali.

Tutti ne sono stati ispirati: gli ospiti, gli artisti e conferenzieri e il pubblico. E’ partito ufficialmente il progetto di realizzare il Manifesto Smart City, che nel corso dei dibattiti dello Share Festival ha già trasformato il proprio nome in Manifesto Open City.
Il Manifesto Open City vuole far emergere criticamente le dinamiche che si creano dall’interconnessione di pratiche sociali, architettura locale e tecnologie aperte e dalle pratiche artistiche contemporanee. Il Manifesto OC vuole mostrare quanto la crescente importanza delle tecnologie dell’informazione situate in una città debba essere focalizzata su una valorizzazione non solo del capitale produttivo ma soprattutto sociale e ambientale.
E’ questa la città che vogliamo,immaginiamo desideriamo?
Ci auguriamo che ne siate stati ispirati anche VOI!

Vi invitiamo quindi a scaricare il catalogo di OPEN YOUR CITY in formato pdf.
Le immagini su Flickr qui www.flickr.com/photos/sharefestival
La pagina di Facebook qui: www.facebook.com/PiemonteShareFestival
Gli aggiornamenti Twitter qui: twitter.com/ShareFestival o seguendo #share2012
I video qui: www.youtube.com/SHAREFESTIVAL